Where the good times gone?

_MG_3711_MOD

Aver condiviso i tuoi primi 14 anni con una persona e poi perderla. Perchè i tuoi ti portano via dal tuo paese, perchè arrivano le superiori e le scelte sono diverse, perchè la vita ti porta così lontano che a quattordici anni non puoi neanche immaginare.

Aver passato 13 anni senza vedere questa persona, ritrovarla in facebook senza alcuna euforia. Vedere questa persona a una festa e capire che quei bei tempi passati non torneranno più, capire che di fronte a te c’è un estraneo con il quale non riesci a parlare se non a dire le solite, inutili, banali, frasi di circostanza. Guardarlo negli occhi e non vedere nulla… guardare i suoi movimenti e non riconoscere più quel qualcosa di familiare che dovrebbe essere nel tuo “inprinting”; eppure…. sai che è lui perchè ti hanno detto “guarda chi c’è!!”: perchè neanche fisicamente l’avresti riconosciuto dietro quella barba folta e quei capelli lunghi.

Cercando il suo sguardo non vedevo riflessi i nostri ricordi, ma gli occhi erano i suoi di sempre, sicuramente erano i suoi…  io vedevo quegli occhi di ragazzino che oggi non c’è più, d’altra parte io stavo guardando con occhi di una donna che non è più adolescente.

È quasi un senso di soffocamento. È come ritrovare una oggetto dopo anni, e capire che in fondo non è così importante. Non più.

Cambiano le priorità, cambia la vita, cambiano le persone.. e purtroppo certe persone che ritenevi importanti si ritrovano ad essere un contorno al mondo che ti sei creato, un contorno che è un ricordo sbiadito.

E mi sono detta: Gloria, dove sono andati a finire quegli anni? Dove sono per non provare più nulla? Gloria…. tu stai parlando di un tempo che non c’è più. E non tornerà mai.

È la [meravigliosa] vita.

Annunci

nei nostri luoghi e nei ricordi

La mia spiaggia, dove sono cresciuta.
L’odore di sale, e il vento che spazza via i cattivi pensieri. Io, la mia reflex e i miei ricordi.
Tanto ormai sapete dove cliccare per le altre foto no?

Photobucket

Photobucket

Photobucket