solo vita che viene

Venezia è come mangiare un’intera scatola di cioccolata al liquore in una sola volta.


Oggi alla veneranda età di 28 anni, mi sveglio e penso: “ehy, abito a 15 minuti da una delle più belle città del mondo e l’ho vissuta così poco..” una vergogna. E così abbiamo deciso che la prossima gita culturale sarà proprio a Venezia.

Un biglietto unico che ti permette di vedere quasi tutti i musei che ci sono in Piazza San Marco. 18 euro. Prezzo onestissimo. E se in quel giorno non riesci a vedere tutti i musei puoi riutilizzare il biglietto entro 6 mesi dalla data di acquisto. Ah, finalmente una cosa super intelligente!

Oggi ho pensato che Venezia è bella.

Oggi è la domenica di Carnevale. Ovviamente la città era invivibile e assediata dai turisti, che poi, diciamocelo: dove sono andate a finire le maschere veneziane? Ormai il vero carnevale lo si respira solo nelle feste private dove possiamo trovare l’eleganza e la raffinatezza degna di nota. (e non orde di ragazzi ubriachi con punto di ritrovo in Campo Santa Margherita)

In questi giorni ho anche deciso di darmi una seconda possibilità con una relazione, a quanto pare sono molto brava con Photoshop ma non nelle relazioni amorose. Io quando vedo una foto so già cosa vorrò ottenere alla fine dell’elaborazione, quando si parla di sentimenti invece, non so manco da che parte iniziare ad elaborarli. Un completo e totale disastro insomma.

Quello che voglio dire è che vorrei vivere una relazione che come una scatola di cioccolata al liquore ti scalda il cuore, l’anima e ti stordisce leggermente.

Quella si che vale la pena di essere mangiata, vissuta.

principessa di un regno che non sa dov’è

In questo momento mi piacerebbe essere in barca, come nella foto.
La mia laguna, l’aria fresca del mattino.
Aria fresca che ti fa pensare lucidamente.
Certo molti di voi pensano che la sottoscritta sia “quella delle seghe mentali”,
ma si sà, noi sagittario siamo un pò così, in balia degli eventi.
Che ci si lamenta tanto ma in fondo ci piace.
Perchè così non ci si annoia mai.
In balia degli eventi come nel mare.
Ed è incredibile quanto cambiano le cose in poco tempo.
Una delusione, una vittoria, una scofitta, una soddisfazione.
A volte penso che lottare, pensare e pianificare non serve proprio a nulla.
E così mi ritrovo principessa di un regno che non c’è di un regno che non so dov’è.
Sarà lui a trovarmi?

nei nostri luoghi e nei ricordi

La mia spiaggia, dove sono cresciuta.
L’odore di sale, e il vento che spazza via i cattivi pensieri. Io, la mia reflex e i miei ricordi.
Tanto ormai sapete dove cliccare per le altre foto no?

Photobucket

Photobucket

Photobucket